All’interno della cinta muraria d’immediata pertinenza dei Castelli di Lagnasco è stato realizzato un Giardino delle Essenze, in cui la coltivazione di erbe aromatiche, di piante officinali e di colture orto-frutticole ripropone il tema del giardino con scopi produttivi, che ha caratterizzato il Castello di Lagnasco soprattutto in periodo rinascimentale.

Il Giardino delle Essenze richiama in parte l’atmosfera dell’hortus conclusus, e si riferisce dal punto di vista compositivo e dei suoi elementi al “giardino dei semplici” raffigurato nell’affresco cinquecentesco di Pietro e Giovanni Angelo Dolce, conservato sulla parete settentrionale della Loggia delle Grottesche del Castello di Levante, che definisce in modo dettagliato una veduta sui giardini del Castello di Lagnasco.

Il giardino realizzato, ha una superficie di circa 1000 mq, con aiuole rettangolari distribuite in tre settori con un layout regolare, affiancate da una struttura a pergola per la coltivazione della vite e da colture a spalliera per gli alberi da frutto, quali il melo e il pero. Nelle aiuole sono state messe a dimora piante officinali, aromatiche ed orticole e sono state conservate alcune piante arboree e arbustive presenti in loco. Una zona centrale del giardino è lasciata a prato ed è caratterizzata da un manto erboso, per soddisfare la necessità di creare uno spazio verde di  sfogo per i visitatori del castello. Il viale pedonale principale rievoca la posizione dell’antico canale di passaggio delle acque.

La visita al Giardino verrà impostata con percorsi didattici legati allo studio delle piante (officinali, orticole, ornamentali…) ed alle loro possibilità di trasformazione. Le attività del laboratorio scientifico-didattico saranno realizzate in collaborazione con i docenti del corso di Laurea in Tecniche Erboristiche dell’Università di Torino con sede a Savigliano, con i quali sono state effettuate le scelte delle specie vegetali.

DIARIO DEL PROGETTO n.2 a cura dell’Associazione Culturale Conservare per Innovare: Castelli di Lagnasco, Giardino della Manica di Ponente. Realizzazione di GIARDINO DELLE ESSENZE

Impresa appaltatrice: AGER di Fabrizio Cavallo & C. S.n.c.

  • Progettisti Arch. Mirna I. Colpo, Arch. Marialuce Reyneri di Lagnasco
  • Consulenze botaniche Prof.ssa Maria Laura Colombo (Prof. Associato di Botanica Farmaceutica, Corsi di Laurea in Farmacia ed in Tecniche Erboristiche, Università di Torino), Prof.ssa Rosanna Caramiello (Ordinario di Botanica Ambientale e Applicata presso l’Università di Torino), Paolo Pejrone (Architetto Paesaggista)
  • Committenza e proprietà  Comune di Lagnasco  (RUP – Geom. Eleonora Rosso)
  • Alta Sorveglianza Dott.ssa Silvia Gazzola, Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le provincie di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano- Cusio- Ossola, Vercelli.
  • Le Terre dei Savoia http://www.visitterredeisavoia.it/it/progetti/essenza-del-territorio/