La Residenza Sabauda di Racconigi  rappresenta il momento ottocentesco del percorso: sede per due secoli dell’azienda agricola della «Real Casa», fondata da Carlo Alberto nei primi decenni dell’Ottocento, in un clima di grandi sperimentazioni agricole, che portarono a rendere auto-sostenibile la grande proprietà e determinarono scambi economici, culturali e sociali con tutte le principali Corti Reali europee dell’epoca. Il Parco è stato oggetto di alcuni interventi di manutenzione straordinaria finalizzati, a garantire la qualità dell’offerta turistica della residenza sabauda.
Il Giardino delle Foglie è una piccola area a forma trapezoidale, di circa 1200 mq, all’ingresso del maestoso Parco del Castello di Racconigi
In origine orto e frutteto, fu elevato al rango di giardino poco dopo l’Unità d’Italia. Distrutto intorno al 1930, rimase abbandonato fino a inizio degli anni 2000 quando, ritrovato il disegno originario, si immaginò di ridare vita a quel luogo ormai dimenticato, con la consulenza dell’arch. Paolo Pejrone: vennero selezionate le specie che meglio mettessero in relazione le formalità architettoniche del giardino con l’apparente spontaneità e libertà della natura che lo circondava. A delimitare le aiuole furono scelte bordure dell’antica convallaria, all’interno vennero piantati alberi di Acer negundo e alla loro ombra furono poste a dimora diverse varietà di Hosta. Nasceva il “Giardino delle foglie”, chiamato così per il loro gioco di verdi chiari e scuri, di diversa tessitura e consistenza e per gli stessi vivaci contrasti.
Dopo alcuni anni di abbandono e scarsa manutenzione, è stato proposto un significativo intervento di ripristino. All’arch. Paolo Pejrone, insieme all’Arch. Giuse Scalva, Direttore del Castello, si deve oggi l’introduzione delle specie Peonia lactiflora ‘Krinkled White” tanto da poterlo  rinominare “Giardino delle Peonie”.

Gli interventi riguardano la conservazione del Giardino delle Foglie, giardino progettato dall’arch. Paolo Pejrone; la ripiantumazione dell’aiuola antistante la Serra neogotica presso la Margaria, facente parte del Giardino dei Principini; la revisione della segnaletica informativa principale presente nel Parco.
La proposta di intervento verrà definita insieme all’arch. Giuse Scalva, Direttore del Castello di Racconigi per la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Provincie di Torino, Asti, Cuneo, Biella, Vercelli.

DIARIO DEL PROGETTO n.3 a cura dell’Associazione Culturale Conservare per Innovare: Parco del Castello di Racconigi, Giardino delle Foglie. Realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria nell’area del parco.

Manutenzione straordinaria: Alba Verde di Nikoll Prendi

  • Progettisti Arch. Paolo Pejrone
  • Direzione Lavori  Arch. Giuse Scalva, Direttore del  Castello di Racconigi
  • Direttore operativo  Dott. Domenico Perrone
  • Alta Sorveglianza Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo – Polo museale del Piemonte, Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio del Piemonte
  • Le Terre dei Savoia http://www.visitterredeisavoia.it/it/progetti/essenza-del-territorio/